Una Casa individuale – VITORIA-ESPIRITO SANTO-BRASILE VWM – Verona World Made – Commissione BRASILE – Progetti Italiani per il Brasile

Una Casa individuale – VITORIA-ESPIRITO SANTO-BRASILE

VWM – Verona World Made – Commissione BRASILE – Progetti Italiani per il Brasile

24 gennaio 2014

Progettisti: Paul Archondis (architetto jr), Michele Cigala, Emanuela Favalli, Marco Favalli, Massimo Fornalè, Marco Michelon, Massimo Pacini e Simone Perbellini.

Due progetti sono stati svolti nell’ambito della Commissione Brasile in Verona World Made, integrando le competenze brasiliane con l’esperienza e la qualità riconosciuta Made in Italy. Il progetto “Una Casa Individuale” è stato progettato in gruppo di professionisti tra architetti e ingegneri usando sistemi costruttivi innovativi, pensando al risparmio energetico e facendo grande attenzione al comfort interno, l’isolamento, la ventilazione naturale, …

I due progetti saranno esposti alla Fiera Internazionale di Vitoria – Espirito santo – Brasile “VITORIA 2014 STONE FAIR” dal 14 al 21 febbraio 2014 in collaborazione con Verona World Made ed Ente Fiera di Verona Marmomac.

Premessa

L’ipotesi progettuale sviluppa un’abitazione monofamiliare, privilegiando tecniche costruttive e finiture di livello medio-alto. L’area d’intervento è parte del contesto urbano attiguo alla città di Vitoria nello stato di Espirito Santo.

Il concetto di abitazione e il suo orientamento

Il progetto soddisfa le attuali esigenze del mercato brasiliano utilizzando tipologie abitative e sistemi costruttivi della tradizione italiana, adattandoli alle condizioni ambientali locali.

L’edificio, composto dall’intersezione di due volumi distinti sovrapposti, permette la distribuzione funzionale degli spazi interni nel rispetto dell’orientamento solare, con conseguente aumento del confort interno e riduzione degli apporti energetici esterni, limitando così l’utilizzo di impianti meccanici di climatizzazione.

La disposizione planimetrica dell’abitazione prevede lo collocazione degli spazi comuni al piano, direttamente connessi alla zona esterna retrostante, mentre la porzione privata con camere e servizi igienici è stata posta al piano superiore.

Il sistema strutturale

Considerata la conformazione architettonica dell’edificio residenziale e la sua tipologia funzionale e distributiva, particolare attenzione è stata posta anche alla progettazione strutturale, utilizzando i materiali costruttivi locali, semplificandone l’applicazione in cantiere.

Il sistema delle fondazioni è composto da una platea in conglomerato cementizio armato per la ripartizione omogenea dei carichi sul terreno, per una migliore operatività e pulizia di cantiere durante le fasi di costruzione e per limitare le infiltrazioni dal terreno.

Lo scheletro del corpo di fabbrica “a telaio” è costituito da una serie di elementi verticali (pilastri e setti) ed elementi orizzontali (travi in spessore) in conglomerato cementizio armato gettato in opera che sorreggono sia l’impalcato di piano che i solai di copertura, realizzati con tralicci prefabbricati tipo “bausta” e interposte di alleggerimento in laterizio, nonché cordoli e cappa collaborante.

Il sistema di isolamento verticale e di copertura

Analizzando il modo di costruire brasiliano, i materiali locali e la tecnologia utilizzata invece nella realtà italiana, sono state sviluppate una serie di soluzioni costruttive che vanno a migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio (inteso come l’insieme di involucro ed impianti tecnologici), con l’obiettivo di migliorare il confort interno, limitando le dispersioni di energia.

Le strutture verticali (pareti di tamponamento perimetrale) e di copertura (solaio inclinato) sono previste con tipologia multistrato in laterizio e conglomerato cementizio armato, con idoneo impiego di materiali isolanti (lana di roccia), al fine di privilegiare la massa e di conseguenza lo sfasamento dell’apporto termico delle radiazioni solari.

Il sistema di ventilazione naturale

Per favorire la ventilazione naturale degli ambienti, è stato utilizzato un sistema di aperture protette da idonei frangisole (a parete ed a tetto) che permette l'”effetto camino” e garantisce lo smaltimento dell’aria calda interna con apporto di aria proveniente dall’esterno.

I materiali di finitura interna

Si è previsto l’impiego di intonaco a calce/argilla e tinteggiatura per le pareti ed i soffitti, di lastre di marmo per i pavimenti delle zone pranzo e soggiorno, di parquet in legno nelle camere e di piastrelle ceramiche nei locali di servizio (igienico, lavanderia e disimpegni). I serramenti sono previsti in legno con vetrocamera per migliorare l’isolamento termo-acustico delle aperture.

I materiali di finitura esterna

A seconda dell’esposizione delle pareti, sono previste diverse tipologie di finitura: le facciate a nord e ad ovest sono protette da un sistema ventilato con rivestimento in lastre di pietra, mentre le restanti sono a intonaco di cemento tinteggiato. Il sistema di oscuramento delle finestre è ad ante scorrevoli in legno dogato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

An individual house – VITORIA-ESPIRITO SANTO-BRASILE

VWM – Verona World Made – Commission BRASILE – Italian projects for Brazil

24 January 2014

Designers: Paul Archondis (architect jr.), Michele Cigala, Emanuela Favalli, Marco Favalli, Massimo Fornalè, Marco Michelon, Massimo Pacini e Simone Perbellini.

Introduction

The project proposal develops a Single Family Home, focusing on construction techniques and medium to high level finishing. The project area is part of the urban setting adjacent to the city of Vitoria in the state of “Espirito Santo”.

The concept and orientation of the house

The project satisfies the current requirements of the Brazilian market using housing typologies and construction systems of the Italian tradition, and adapting them to the local environmental conditions.

The house, consisting of the intersection of two distinct overlapped volumes, allows the functional distribution of the interior spaces in compliance of the solar orientation, with a consequent increase of indoor comfort and reduction of external energy supplies, thus limiting the use of mechanical equipment for climatization.

The planimetric arrangement of the house supports the collocation of the common areas on the ground floor, directly connected to the outside area behind it, while the private portion with bedrooms and baths has been placed on the first floor.

The structural system

Considering the architectural conformation of the house and its functional and distribution typology, special attention has been placed to the structural design, through using local construction materials, and simplifying the application site.

The system of foundations is composed of a slab in reinforced concrete conglomerates for the homogeneous distribution of the loads on the ground, for a better operability and cleaning of the site during the construction phases and to limit the infiltration from the soil.

The skeleton of the building body “frame” is constituted by a series of vertical elements (pillars and septa) and horizontal elements (beams thickness) in reinforced concrete cast in situ that support the deck floor and the roof slab, realized with prefabricated pylons type “Bausta” and interposed for lightening brick, as well as curbs and cooperative screed.

The vertical and roofing isolation system

Analyzing the Brazilian construction techniques, the local materials and technology used instead in the Italian reality, a series of constructive solutions have been developed which improve the energy performance of the building (defined as the set of envelope and the technological installations), with the objective of improving indoor comfort, limiting all energy dispersion.

The vertical structures (curtain walls perimeter) and cover (sloped loft) are provided with multi-layer typology in lateritious brick and reinforced concrete conglomerates, with appropriate use of insulating materials (rock wool), in order to privilege the mass and consequently the phase shift of thermal input of the solar radiations.

The natural ventilation system

To promote natural ventilation of the ambient, the adopted solution was protecting the openings with suitable solar shadings (wall and roof). Those shadings favor the so called “chimney effect” and guarantee the disposal of the hot internal air with internal air supply coming from outside.

The interior finish materials

It is expected the use of lime plaster / clay and painting for the walls and ceilings, marble slabs for the floors of dining and living areas, wood parquet in the bedrooms and ceramic tiles in the premises of the service (hygienic, laundry room and lobbies). The frames are provided with wooden double-glazing to improve thermal and acoustic insulation of the openings.

The external finishing materials

Depending on exposure of the walls, there are different types of finishes: the north and west facades are protected by a ventilated system with cladding slabs of stone, while the rest are in cement plaster painted. The system of the windows dimming is with sliding panels in planked wooden.

Piano Terra
Piano Terra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primo Piano
Primo Piano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Realizzazione di un passo carraio, di un parcheggio privato, di una veranda vetrata e una porta finestra in un edificio residenziale – TORRI DEL BENACO

Realizzazione di un passo carraio, di un parcheggio privato, di una veranda vetrata e una porta finestra in un edificio residenziale– TORRI DEL BENACO

ottobre 2012 – in attesa

Passo carraio:

Il progetto propone di realizzare due posti auto privati all’interno del giardino con accesso dal limitrofo parcheggio di lottizzazione attraverso l’apertura di un nuovo passo carraio con cancello automatico di chiusura. Inoltre, propone la realizzazione di un accesso pedonale dal lato strada.

Le opere previste consistono nella demolizione del muro in blocchi di cemento intonacato che sostiene la terra del giardino dal lato del parcheggio di lottizzazione, la rimozione del terreno fino alla quota strada, la realizzazione dei nuovi muri di sostegno con rivestimento in Pietra di Torri lavorata a vista con fuga aperta, la realizzazione di una scala per accedere alla quota del giardino e al percorso di accesso all’edificio.

Dal lato strada pubblica è prevista l’apertura del passaggio per accedere al cancello pedonale d’ingresso.

E’ prevista l’installazione di un cancelletto pedonale e di uno carraio. Il portone di accesso carraio sarà scorrevole a doppia anta e si posizionerà in apertura in una nicchia ricavata nel giardino. La scelta della doppia anta scorrevole è necessaria al fine di salvaguardare la pianta di olivo. In questo modo si sono potute ridurre le dimensioni dello scavo e della nicchia di posizionamento del cancello, evitando così di compromettere la stabilità e vitalità della pianta. Per ragioni di sicurezza, essendo impossibile proteggere dal rischio di cesoiamento lo scorrimento di un’anta a ritti verticali in sovrapposizione ad un altra, si propone di realizzare il cancello in normale profilo metallico e lamiera traforata. L’effetto formale è quello di una superficie semitrasparente che lascia intravedere l’interno e che per questa ragione assume un’apparenza poco presente, discreta, modesta come impatto visivo e ambientale.

 

Veranda vetrata e porta finestra:

Per lo stesso proprietario si progetta di trasformare la finestra della cucina in una portafinestra al fine di ottenere un rapporto ed un accesso maggiormente diretto al giardino di proprietà. L’intervento prevede la semplice demolizione del bancale e l’inserimento di un serramento apribile a tutt’altezza. Saranno mantenuti e rispettati gli attuali materiali e finiture: contorni in pietra, scuretti a ventola, serramento in tinta legno scuro.

Inoltre, si provvederò alla demolizione delle Pietra di Prun a spacco naturale di rivestimento del marciapiede per sostituirla con una pavimentazione dello stesso materiale ma con finitura rullata della superficie. L’area pavimentata è leggermente modificata nella geometria al fine di migliorare le modalità di uso degli spazi di giardino.

L’intervento prevede anche la realizzazione di una veranda vetrata al fine di ampliare lo spazio del soggiorno ed avere una relazione più gradevole con il giardino. (in collaborazione con Studio Bocchio – Affi)

 

Réalisation d’un accès, un parking privé, une véranda vitrée et une porte fenêtre dans un immeuble résidentiel – TORRI DEL BENACO

octobre 2012 – en attente

(en collaboration avec Studio Bocchio – Affi)

Passo Carraio
Passo Carraio

 

 

 

 

 

Pianta
Pianta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prospetti
Prospetti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fotosimulazione
Fotosimulazione